Geriatriiko - Case di Riposo - Servizi Sanitari - Mobilità - Blog Anziani

Home Blog Forum Accedi

Alitosi negli anziani: alcune cause e le possibili soluzioni

Scritto da
Alitosi negli anziani Alitosi negli anziani
Venerdì, 30 Aprile 2021 - 

L'Alitosi o più comunemente alito cattivo è una problematica che si manifesta a tutte le età dai bambini agli anziani. Soffrire di alitosi non è mai piacevole e in particolare quando si è adulti e anziani perché non si è sempre consapevoli dell’odore del proprio alito.

Notare persone che tendono ad allontanarsi per l'odore sgradevole che fuoriesce dalla bocca (mentre si conversa o si respira) genera in chi ne soffre una forte sensazione di imbarazzo e disagio.

L’alitosi negli anziani può rappresentare un serio problema di insicurezza per la paura che chiunque si avvicini possa accorgersi del cattivo odore dell'alito. L'ansia di soffrire di questo sgradevole e persistente problema può, in casi estremi, portare l'anziano a isolarsi socialmente pregiudicandone la qualità della vita.

Parliamoci chiaro, l’ultima cosa di cui ha bisogno un anziano è proprio l’isolamento.

Abbiamo già parlato del problema della solitudine degli anziani in un nostro recente articolo.

L'origine dell'alitosi può essere suddiviso in due tipologie: orale (dovuta alla proliferazione di batteri) ed extraorale (dovuta ad esempio per sinusite, cattiva alimentazione, diabete o malattie neurologiche).

Quali sono le cause dell'alitosi negli anziani?

Le statistiche ci dicono che nella maggioranza dei casi (89%) la causa dell'alitosi è riconducibile a una cattiva igiene orale mentre nel restante (11%) la stessa si può attribuire a fattori extraorali.

Pe quanto riguarda la cattiva igiene orale la problematica trova la sua origine nelle ordinali patologie del cavo orale associate alla vecchiaia come ad esempio:

  • Protesi, non correttamente fissate o non correttamente pulite;
  • Carie e denti scheggiati;
  • Gengiviti;
  • Piorrea;
  • Otturazioni usurate o danneggiate.

Stessa cosa vale per l’eccesso di alcool o bere molti caffè possono essere causa di alito pesante. In questo caso basta variare la dieta riducendo la loro assunzione per un rapido miglioramento del problema.

La scarsa o cattiva igiene orale resta comunque in età senile l'origine più comune dell'alito cattivo perchè consente un accumulo di pezzetti di cibo tra i denti o protesi favorendo la proliferazione dei batteri.

Altre cause dell’alitosi negli anziani

Inoltre altre cause non connesse all’igiene orale ma sempre legate alla salute della bocca sono:

  • Disidratazione, con l'avanzare dell'età si alterano i meccanismi che regolano la fame e la sete quindi idratazione insufficiente, una minore produzione salivare che porta alla secchezza della bocca;
  • Terapie specifiche che comportano l'assunzione di diversi farmaci giornalmente;
  • Perdita di mobilità negli arti superiori.

Le cause extraorali sono rappresentate dalle malattie sistemiche come ad esempio:

  • Sinusite
  • Gastrite
  • Diabete mellito,
  • Insufficienza renale
  • Malattie neurologiche

Inoltre anche alimentarsi con cibi come cipolla, aglio, yogurt, prodotti con alto contenuto di zucchero possono alterare la salute della bocca.

Cosa non fare quando un anziano soffre di alitosi?

Prima ancora di capir cosa fare quando un anziano soffre di alitosi è sapere cosa NON fare.

  • Evitare l’autodiagnosi tentando di capire l’origine del problema senza avere le competenze mediche. Capire i motivi dell’alitosi può non essere del tutto semplice. Esistono i professionisti che possono occuparsi di questo problema.
  • Assolutamente evitare l’automedicazione improvvisando l’uso di collutori troppo forti che potrebbe danneggiare le già fragili mucose della bocca.
  • Chiedere un consulto medico ad un professionista della bocca ma anche al proprio medico generalista.
  • Non dare all’anziano caramelle zuccherate e mentolate nella speranza che questo possa migliorare l’alitosi. Se l’anziano non soffre ancora di diabete è facile che troppe caramelle possano scatenargli la malattia.
    • Nel migliore dei casi si possono usare caramelle balsamiche purché non eccessivamente zuccherate.
  • Evitare le gomme da masticare non solo per il loro contenuto di zuccheri ma perché la masticazione continuata provoca la reazione (pavloviana) alla produzione dei succhi gastrici. Un riflesso condizionato dalla masticazione come se si dovesse digerire un alimento (che di fatto non arriverà).

Soluzioni al problema dell’alitosi negli anziani

Prima di tutto, non finiremo mai di dirlo, bere… bere… bere. Si dovrebbe bere fino a due litri di acqua al giorno. Questo migliora la salute generale di tutto l’organismo e permette anche di avere un buona salivazione orale con conseguente miglioramento dell’alito.

Adottare una alimentazione sana con una prevalenza di verdure, yogurt e latte acidulato permettono una migliore digestione migliorando di conseguenza anche l’alito della bocca.

Ricordarsi di migliorare l’igiene orale con lavaggi frequenti e comunque sempre dopo ogni pasto. I batteri della bocca sono spesso all’origine del cattivo odore per questo vanno eliminati.

Farsi dare una consulenza medica da uno specialista quando non si riesce a rimediare all’alitosi anche quando si ha una gestione ottimale della dieta e dell’igiene orale.

Video