Case di Riposo ed RSA

Geriatriiko - Case di Riposo - Servizi Sanitari - Mobilità - Blog Anziani

Home Blog Aziende Accedi

Salute orale negli anziani: fattore di longevità In evidenza

Scritto da

Una bocca sana e denti sani durante gli anni d'oro è una delle considerazioni più importanti per le persone della terza età. Durante gli anni della pensione si ha più tempo per prendersi cura di se e della propria salute orale.

D’altra parte, oggi, i dentisti forniscono ogni tipo di cura odontoiatrica, misure preventive e trattamenti per tutte le malattie orali. Forniscono anche assistenza agli anziani per ottenere l'aiuto di cui hanno bisogno per mantenere la loro salute dentale durante la terza età. Una bocca in salute non è una sfida bensì una cosa semplice.

Indice degli argomenti di questo articolo:

  • L’importanza di un bocca più sana durante la terza età
  • La scarsa igiene orare degli anziani: i motivi
  • La parodontite e la perdita dei denti negli anziani
  • Cos'è la bocca secca associata all'invecchiamento?
  • La salute orale come fattore di longevità

L'importanza di una bocca e dei denti sani durante gli anni d'oro

Di pari passo alla salute orale procede la salute di tutto l’organismo. Basta immaginare che dalla bocca entrano gran parte delle infezioni. Per questo è indispensabile prendersi cura dello stato di salute della bocca.

D’altra parte la bocca è vicina agli organi più importanti: cervello, cuore e polmoni. Le infezioni possono muoversi molto rapidamente dalle gengive infettate, dai denti cariati fino a raggiungere tutte le parti del corpo. Ecco perché anche negli anni d’oro è importantissimo curarsi della propria bocca. Significa investire sulla propria longevità.

La scarsa igiene orale degli anziani: i motivi

I motivi per cui gli anziani tendono ad avere una scarsa igiene orale dipende da numerosissimo fattori:

  • Mancanza di autosufficienza che non permette di lavarsi i denti ad ogni pasto;
  • Scarso bisogno di prendersi cura del proprio aspetto estetico;
  • Fattori psicologici connessi con la pigrizia, svogliatezza e depressione;
  • Mancanza di rapporti sociali che impongono un alito profumato;
  • Costo elevato delle cure dentali;
  • Paura di dover sopportare il fastidio (o perfino dolore) durante le sessioni di igine dentale;
  • Dare priorità a cure mediche di altro genere (diabete, analisi del sangue ricorrenti, radiografie ed ecografie) che usurano il tempo e la pazienza dell’anziano;
  • Mancanza di motivazioni che spingono a mantenere un elevato standard della qualità della propria vita.

Sono questi i principali motivi per cui gran parte degli anziani non riesce o non vuole prendersi cura del proprio cavo orale.

Eppure è paradossale considerando il fatto che proprio dal cavo orale finiamo per prendere gran parte delle malattie.

Un esempio valga su tutti se pensiamo che le mascherine chirurgiche, tanto adottate durante la pandemia da COVID-19, sono state applicate proprio davanti a bocca e naso per proteggersi dall’aggressione di microbi.

La parodontite e la perdita dei denti negli anziani

La parodontite è una malattia gengivale silenziosa che può passare inosservata. Gli anziani sono a maggior rischio di sviluppare la malattia proprio perché hanno una scarsa igiene orale. Pera altro con l'aumento della popolazione anziana, la parodontite sta diventando un problema di salute pubblica prevalente.

La parodontite è un'infezione gengivale che provoca infiammazione e crescita batterica nelle gengive e nelle ossa intorno ai denti. Può causare la perdita dei denti e altri problemi di salute orale come un aumento del rischio di malattie cardiache, diabete, ictus e altro. Se non trattata, la parodontite peggiora con il tempo.

Il motivo più comune dell’insorgere della parodontite e delle infezioni gengivali è la scarsa igiene dentale: scarsa spazzolatura, masticazione del tabacco e spuntini con cibi zuccherati. Altri fattori di rischio includono: storia familiare, fumo ed età.

Il modo migliore per prevenire le malattie gengivali (e questo non vale esclusivamente per gli anziani) è mantenere buone pratiche di igiene orale come lavarsi i denti due volte al giorno con un dentifricio al fluoro, limitare l'assunzione di zucchero e recarsi regolarmente dal dentista per le pulizie.

Quali soluzioni per la parodontite in pazienti anziani con demenze senili?

Le demenze senili come l’Alzheimer rendono gli anziani particolarmente irrequieti e poco collaborativi.

L’odontoiatria speciali (Special Care Dentistry) propone soluzioni per le cure dentali di questi pazienti con bisogni medici speciali. Una di queste soluzioni è quella di ottenere le cure dentali in anestesia totale in sala operatoria protetta.

Come ci spiega il professor Livio Gallottini il paziente non percepirà dolore, non subirà alcuno stress, non avrà paura. Un approfondimento riguardo a questo tipo di odontoiatria lo possiamo trovare sul sito: https://www.liviogallottini.com/blog/perdita-di-denti-negli-anziani-come-risolvere/

Quindi il problema delle cure dentali, possiamo dire, che non sussiste neppure per la maggior parte dei pazienti con condizioni cliniche più delicate (come i malati di Parkinson o i casi di autismo).

Cure dentali per Anziani

Cos'è la bocca secca associata all'invecchiamento? Come gestirlo a casa

Invecchiamento e secchezza delle fauci: l'invecchiamento, proprio come altre cose nella vita, può essere noioso da affrontare. La secchezza della bocca è spesso associata (non solo alla vecchiaia) ma anche ad una serie di problemi di salute come ad esempio il diabete.

Tuttavia il più semplice dei motivi della la secchezza delle fauci (xerostomia) è dovuta all’ipofunzione delle ghiandole salivari (SGH) che colpisce tipicamente la popolazione anziana.

Secchezza della bocca negli anziani può verificarsi anche a causa di una serie di motivi come gli effetti collaterali dei farmaci, il restringimento delle ghiandole che producono la saliva, la scarsa pratica di igiene orale e le condizioni mediche. Potrebbe anche essere un'indicazione di una condizione di salute più grave come la sindrome di Sjögren, il morbo di Parkinson o perfino il cancro.

Naturalmente uno dei motivi più ricorrenti è (semplicemente) che gli anziani bevono poco. Una bocca con una più forte salivazione è anche una bocca più sana, per questo è anche necessario bere maggiormente.

La salute orale come fattore di longevità

Concludiamo con un discorso che vale per un anziano ma anche per un adulto: se la bocca è sana la salute complessiva di un anziano sarà anch’essa più buona. Una salute buona è augurabile a chiunque ed è sinonimo di longevità.

La longevità è l’opportunità di veder crescere i nipoti, veder cambiare la società, vedere nuovi eventi, nuove tecnologie, provare nuove esperienze. La longevità ha senso soprattutto se rimaniamo giovani dentro e se impariamo a crescere curiosi ed assetati di novità.

Martedì, 09 Novembre 2021