Case di Riposo ed RSA

Geriatriiko - Case di Riposo - Servizi Sanitari - Mobilità - Blog Anziani

Home Blog Aziende Accedi
Giorgio Carrozzini

Giorgio Carrozzini

Poliedrico, Giorgio è una informatico di prima generazione appassionato; creativo e capace di avere una visione d’insieme dei progetti che crea. Cooperativo, ha spiccate doti di coordinamento dei progetti mettendo in gioco prima se stesso trainando chi sceglie di collaborare con lui.

Dice di sé stesso essere un Web Director, come un direttore d’orchestra ha la capacità di vedere tutti gli strumenti del web coordinarsi in una sola grande sinfonia. Oggi Giorgio Carrozzini è il CTO (Chief Technical Officer) ovvero direttore tecnica del progetto Geriatriko.

Quando si parla di SPID siamo di fronte ad una delle tribolazioni che affligge molti anziani che non sono completamente in grado di utilizzare le tecnologie digitali. Sono difficili i concetti di Password, PIN così come è difficile, per loro, comprendere pienamente il concetto di registrazione online.

La festa dei nonni è appena trascorsa, di avvicinano le feste che ci vedono tutti impegnati a stare, se possibile, in famiglia. Al centro di tutte le feste ci sono sempre i bambini ma… i veri protagonisti sono sempre due anziani d’eccellenza: Babbo Natale e la Befana.

In questo primo articolo parleremo di questo Babbo Natale che ha origini molto più antiche di quanto non potreste mai pensare. Dobbiamo risalire ad epoche molto antiche.

Il web pone grandi sfide ormai da molti decenni. Una delle opportunità è quella dei cambiamenti culturali più profondi e che possono andare a vantaggio della qualità della vita. Lo staff di sviluppo, i creativi, i visionari, gli operatori di inserimento dati hanno interpretato in chiave geriatrica questa opportunità costruendo un sito che ha fatto enormi risultati.

Una bocca sana e denti sani durante gli anni d'oro è una delle considerazioni più importanti per le persone della terza età. Durante gli anni della pensione si ha più tempo per prendersi cura di se e della propria salute orale.

D’altra parte, oggi, i dentisti forniscono ogni tipo di cura odontoiatrica, misure preventive e trattamenti per tutte le malattie orali. Forniscono anche assistenza agli anziani per ottenere l'aiuto di cui hanno bisogno per mantenere la loro salute dentale durante la terza età. Una bocca in salute non è una sfida bensì una cosa semplice.

Indice degli argomenti di questo articolo:

Per agevolare il paziente disabile o con difficoltà motorie nello svolgere le normali mansioni quotidiane esistono dei supporti sicuri e versatili. Stiamo parlando delle carrozzine (o sedie a rotelle), dispositivi medici di alta qualità, progettati seguendo rigorosamente tutte le norme di sicurezza previste. Ne esistono di diverse tipologie in commercio, come per esempio le carrozzine elettriche. In particolare questi modelli sono indicati per utilizzi sia in ambienti esterni che in interni. Vediamo insieme perché conviene scegliere una carrozzina elettrica.

Le truffe agli anziani sono sempre più frequenti, quali stratagemmi per aumentare la loro sicurezza lasciando una certa autonomia?

La vecchiaia è troppo spesso contrassegnata dalla “fragilità. Parliamo di fragilità fisica (nell’ordine naturale delle cose) e di fragilità psicologica.

Entrambe sono aggravata dalla solitudine e dalla difficoltà di gestire la tempesta di emozioni tipiche della terza età. Questa fragilità rende gli anziani vulnerabili e facilmente attaccabili da malintenzionati.

Le persone anziane sono più suscettibili agli abusi fisici e psicologici da parte di chi semplicemente vuole prevaricarli e sottraendogli le piccole ricchezze (pensione, gioielli) o chi vuole ottenere da loro la sottoscrizione di contratti fraudolenti.

Al fine di evitare che le strutture residenziali per anziani diventino luoghi noiosi in cui gli anziani stanno seduti tutto il giorno, alcune organizzazioni hanno iniziato a introdurre programmi di arti creative in modo che gli anziani possano esprimere la loro creatività impegnandosi attivamente nelle arti.

In Italia ci sono circa 400.000 persone affette da artrite ed ogni anno viene diagnosticato 1 nuovo malato ogni 10.000 persone. Queta malattia attualmente colpisce maggiormente le donne con un rapporto di 3-4 donne per ogni uomo colpito. Secondo quanto indicato dall’Istituto Superiore di Sanità questa malattia che colpisce all’incirca lo 0,5% della popolazione questo ci fa capire quanto è diffusa.

Quando l'anziano, per la perdita fisiologica di alcune capacità di base, inizia a manifestare un bisogno assistenziale, per la maggior parte delle famiglie la scelta si riduce ormai a due sole opzioni: meglio una badante o una casa di riposo? Una scelta difficile ed in alcuni casi dolorosa, condizionata da fattori che spesso però non tengono conto della cosa più importante: cosa è meglio proprio per il nostro caro! In questo articolo, cerchiamo di capire le questioni più importanti da considerare per poter scegliere la soluzione migliore.

L'importanza di trovare la scarpa giusta per un anziano

È vero che la popolazione anziana sta aumentando di dimensioni e di età. In Italia l’età media della popolazione è passata dai 42 anni del 2002 ai 46 anni del 2021. Su una popolazione di poco meno di 60 milioni in Italia ci sono 14 milioni di over 65.

Sfortunatamente, gli esperti medici (ortopedici e podologi) hanno scoperto che c'è una crescente epidemia di dolore ai piedi in questo gruppo demografico. Non è solo colpa della vecchiaia ma si è scoperto che i due fattori principali sono l'obesità e l'artrite.

Di conseguenza, il sostegno di questa fascia demografica è ormai una priorità per molte aziende, soprattutto quando si tratta di calzature.

Il cinema sembra essere sempre più interessato al mondo degli anziani. Se fino al secolo scorso il ruolo dell'anziano sul grande schermo era quasi sempre di tipo stereotipato, la produzione più recente si è fatta più attenta alla terza età, riuscendo finalmente a raccontarla come un periodo dinamico e ricco di occasioni, esattamente e forse ancor di più rispetto alle altre fasi della vita. Cerchiamo di capire cosa è cambiato!

Quando cominciamo ad accostarci al complesso mondo delle RSA (Residenze Sanitarie Assistenziali), sentiamo presto parlare del Piano Assistenziale Individualizzato (o personalizzato). Cosa è esattamente e a cosa serve? Scopriamolo insieme!

Sappiamo bene che gli anziani a causa del deterioramento dei denti hanno problemi di masticazione. Premesso che prendersi cura dei denti è indispensabile a qualunque età possiamo dire che a maggior ragione quando si è anziani è importante avere una buona salute orale.

Quest'anno, per la prima volta, si terrà la festa dei nonni e degli anziani. Questa festa, fortemente voluta ed istituita da Papa Francesco, verrà celebrata la quarta domenica di Luglio 2021, in onore delle vicine ricorrenze dei Santi Gioacchino ed Anna, i nonni di Gesù.

Come annunciato dallo stesso Papa al termine della preghiera dell'Angelus del 31 Gennaio 2021, questa giornata consentirà di festeggiare i doni della terza età e allo stesso tempo ricordare chi, prima e per noi, ha custodito e ci ha tramandato la vita.

Possiamo sostenere con una certa efficacia l’affermazione per cui un'alimentazione corretta è tra i fattori più importanti tra quelli che concorrono al benessere dell'individuo e al mantenimento di uno stato ottimale di salute. Con il passare degli anni diventiamo tutti più facilmente soggetti a disagi e vere e proprie patologie tipiche di questa fase della vita ma con un occhio attento all'alimentazione saremo in grado di ridurre e prevenire l'insorgenza di malattie infettive, cardiovascolari e numerosi disturbi metabolici. Vediamo insieme come!

Con l'avanzare dell'età diveniamo tutti soggetti ad una serie di disagi, disturbi o vere e proprie patologie caratteristiche di questa fase della vita. Con il sopraggiungere della terza età infatti l'apparato muscolo-scheletrico comincia a risentire dei cambiamenti neuro-ormonali che, sebbene del tutto fisiologici, possono influire in maniera negativa sulla qualità della vita.

I disagi dovuti all'età possono essere numerosi così come possono variare da persona a persona, tuttavia alcuni tratti sembrano tipici e comuni alla maggior parte degli anziani: rigidità articolare, perdita di forza e di conseguenza una riduzione della destrezza durante i movimenti.

Per questo insieme di manifestazioni, l'osteopatia può aiutare il soggetto anziano a mantenere un determinato livello di efficienza aiutandolo a conservare allo stesso tempo tonicità e vitalità: vediamo insieme come!

Fin dai primi anni del secondo dopoguerra le condizioni economiche e di salute degli anziani erano molto variegate il quadro sociale risultava decisamente complesso.

Se prima la vecchiaia, con tutte le sue problematiche, era generalmente un periodo di rapido decadimento oggi il quadro complessivo della popolazione sopra i 65 anni è radicalmente cambiato.

L'allungamento dell'aspettativa di vita ha introdotto un nuovo concetto quello di “quarta età”. Una stagione della vita caratterizzata da decadimento fisico e delle condizioni economiche più difficili. La quarta età è spesso un’età di maggiore dipendenza dalle precedenti generazioni.

Spesso definita solo depressione dell’età avanzata, la depressione geriatrica è drammaticamente diversa dalla depressione adolescenziale. La depressione geriatrica è più facilmente associata a cause ambientali e o fisiologiche (vascolari). La depressione adolescenziale, invece, è tipicamente causata dalla genetica, dai livelli ormonali e dalle risposte sociali e culturali apprese.

L'Alitosi o più comunemente alito cattivo è una problematica che si manifesta a tutte le età dai bambini agli anziani. Soffrire di alitosi non è mai piacevole e in particolare quando si è adulti e anziani perché non si è sempre consapevoli dell’odore del proprio alito.

Notare persone che tendono ad allontanarsi per l'odore sgradevole che fuoriesce dalla bocca (mentre si conversa o si respira) genera in chi ne soffre una forte sensazione di imbarazzo e disagio.

L’alitosi negli anziani può rappresentare un serio problema di insicurezza per la paura che chiunque si avvicini possa accorgersi del cattivo odore dell'alito. L'ansia di soffrire di questo sgradevole e persistente problema può, in casi estremi, portare l'anziano a isolarsi socialmente pregiudicandone la qualità della vita.

Probabilmente conosci le basi della nutrizione e ti alimenti correttamente ogni giorno. Con l'avanzare dell'età diventa più importante che mai sviluppare un piano preciso per mantenere una dieta sana.

Una dieta più sana è una buona abitudine da tenere tutta la vita e con l'avanzare dell'età può diventare ancora più importante. È fondamentale per tutti seguire una dieta buona ed equilibrata, ma soprattutto per le persone anziane che necessitano di cure domiciliari o le cui esigenze alimentari cambiano con l'età.

Lo staff di Geriatriko da tempo si è interessato all’ Odontoiatria speciale per pazienti con la malattia di Alzheimer cure odontoiatriche le prime cure ad essere più trascurate.

Un colloquio con il professor Livio Gallottini ci ha chiarito come l’odontoiatria moderna abbia ormai fatto passi da gigante. Da un lato il supporto arriva dell’evoluzione tecnologia, dall’altro dall’adozione di procedure ben corroborate. Si veda ad esempio come l’odontoiatria minimamente invasiva e computer guidata consentano di operare con il minimo dolore e tempi rapidi pazienti che altrimenti avrebbero dovuto sottoporsi a lunghi percorsi terapeutici.

Vuoi fare un regalo speciale ai nonni o ad una persona anziana che ti è vicina? Pensare ad un regalo “utile” è la cosa più sbagliata che potresti fare.

Quando nel corso della vita si è sperimentato “molto” e quando la vita ci ha già dato tanto certi regali materiali possono passare del tutto inosservati. Sono regali che non incidono più di tanto e non colpiscono la persona anziana.

Quando si diventa anziani e dopo una certa età non si ha più bisogno di beni materiali.  Va da sé che a questo discorso fanno eccezioni quegli anziani che versano in condizioni di indigenza per cui andrebbe fatto un discorso a parte.

La bocca è il punto di maggior vulnerabilità di tutto il copro umano in quanto punto di accesso del cibo e di gran parte delle infezioni. Non a caso durante la pandemia da Coronavirus abbiamo imparato ad indossare la mascherina. La cura della bocca, dei denti e delle sue mucose è fondamentale a tutte le età.

Per garantirsi una vecchiaia serena dobbiamo pensare al nostro corpo e alla nostra mente come ad una bilancia che va tenuta sempre in equilibrio. Non è sufficiente allenare o solo il corpo o solo la mente. L’antica espressione latina “mens sana in corpore sano” è stata largamente fraintesa. Non solo esercizi per il corpo. I romani erano consapevoli che andava mantenuta la salute mentale tanto quanto la salute del proprio fisico. Possiamo dirlo: una visione olistica che sorprende ancora oggi.

Entrare in una casa di cura può essere un’esperienza scoraggiante, sia per gli anziani che vi devono andare a vivere, sia per il resto della famiglia. Scegliere una casa di riposo non è una cosa che si può lasciare al caso.

È importante fare la scelta giusta e trovare un posto che possa soddisfare tutte le esigenze di alloggio, vita quotidiana e sevizi socio sanitari.

Geriatriko fornisce una gran numero di informazioni per la scelta della casa di riposo. La prima scelta è quella della località presso la quale andare a vivere. Vicino alla famiglia è meglio, per questo abbiamo incentrato la ricerca delle case di riposo per area geografica dividendo il territorio italiano secondo le sue regioni.

Le attese di vita e la longevità si vanno sempre più allungando. Oggi la terza età non è più da considerarsi l’ultima stagione della vita. Piuttosto questa ha assunto dei connotati completamente differenti dal passato. Si arriva alla vecchiaia in buona salute e con un grado di autonomia molto superiori alle passate generazioni. Il tempo della pensione diventa quindi il momento ideale per coltivare le proprie passioni e lanciarsi in nuove esperienze e sviluppare nuove amicizie.

Perché abbiamo scelto di offrire servizi di web marketing con il sito di Geriatriko? A chi ci rivolgiamo? Per rispondere a questa domanda ci dobbiamo mettere per un istante nei panni di coloro che cercano informazioni per sé o per i propri cari anziani.

Oggi i motori di ricerca non rispondo più in modo semplice alle nostre domande e spesso forniscono più pubblicità piuttosto che una corretta informazione. Quando si cercano soluzioni si rischia inoltre di trascorrere molte ore a cercare senza mai riuscire a trovare ciò di cui si ha bisogno.

La politica, quella buona, che è gestione della “polis” deve essere espressione dei bisogni e degli interessi della gente comune. Una prova che la politica non è sempre fine a sé stessa l’abbiamo letta in una proposta di legge regionale ad opera di numerosi consiglieri della Regione Lazio.

Prima di tutto una proposta scritta bene, chiara, comprensibile anche al cittadino che non conosca il linguaggio giuridico e formale degli enti locali. E questo, lo possiamo dire come cittadini, non è poco.

La proposta di legge (n. 232 del 6 agosto 2020) in itinere ed attualmente assegnata alle commissioni VII – IV – I – V – IX – X – XI del consiglio della Regione Lazio. Protocollata con il nome “Norme a tutela della promozione e della valorizzazione dell’invecchiamento attivo” e rientra a pieno titolo nel Piano Sociale della Regione “Prendersi Cura, un bene comune” Deliberazione del Consiglio Regionale 24 gennaio 2019.

Se da un lato gli anziani dicono di avere sempre freddo dall’altra il caldo estivo può essere per loro subdolo e pericoloso.

Mentre il freddo è una sensazione spiacevole che discende più frequentemente da ragioni di calo metabolico correlato all’età. Il troppo caldo estivo dipende sicuramente dalla temperatura esterna e dalle condizioni climatiche.

Abbiamo già visto i motivi che portano gli anziani a percepire sempre quella fastidiosa sensazione di freddo e vi rimandiamo all’articolo: perché gli anziani hanno sempre freddo.

Oltre le alte temperature anche l’umidità influisce sul benessere degli anziani. È chiaro che proprio durante l’estate bisogna prendersene particolarmente cura.

La salute dentale è alla base della salute di tutto l’organismo e del benessere dell’intero corpo. La bocca essendo la porta di accesso alle infezioni provenienti dal mondo esterno, deve essere curata adeguatamente. Sappiamo da tempo che alle infezioni della bocca sono correlate numerose patologie del cuore, del sistema vascolare e del cervello.  Quindi anche gli anziani devono occuparsi della salute dentale e della loro igiene orale.

La responsabilità dei caregiver (chi si prende cura degli anziani) è centrale quando l’anziano ha preso le motivazioni per prendersi cura della propria bocca.

Una cosa scontata, fin da piccoli siamo abituati a vedere i nostri anziani, i nonni e le persone di una certa età la testa ricoperta di capelli bianchi. Una domanda che mi è sorta spontanea mentre lavoravo alla costruzione di questo sito web: perché gli anziani hanno i capelli bianchi?

Lasciatemi iniziare con una aforisma di antica saggezza.

A che età si diventa anziani? Sei ufficialmente entrato nella terza età perché in pensione? Hai più di 65 anni, sei pieno di reumatismi e sei quindi “anziano”? L’escursionismo è adatto alle persone anziane? Cosa significa andare in montagna oltre una certa età?

Si chiama analfabetismo informatico e colpisce trasversalmente alcune categorie di persone: gli artigiani, alcune mamme non lavoratrici, i bambini, gli anziani. L’analfabetismo informatico non è connesso con l’appartenenza ad una particolare classe sociale ne ad un particolare livello di scolarizzazione o livello culturale.
Spesso le capacità informatiche sono facilmente connesse alla propria formazione matematico-scientifica che ne rende l’uso più intuitivo.

I ritmi frenetici dei giorni nostri e con le giornate da 24 ore che non bastano più, ci si chiede spesso come possano fare gli anziani a vivere una vita così lenta e senza quella frenesia che accompagna oggi la fascia di adulti lavoratori. Molto spesso ci dimentichiamo che le persone anziane, molto prima della nascita dei propri figli e nipoti, hanno passato anni interi a lavorare e a seguire gli stessi ritmi che, seppur non così tanto frenetici come gli ultimi anni, le persone di oggi vivono normalmente.

Vogliamo condividere un pensiero semplice: il corpo umano non è concepito per stare fermo. Questo è ancora più vero durante la terza età, quando il corpo tende a rallentare in tutte le sue funzioni fisiologiche.

Un mondo di sigle che non fa altro che confondere chi per la prima volta deve capire come prestare assistenza ai propri anziani. Impossibile pensare ad una classificazione tassonomica delle strutture in un paese come l’Italia dove le prestazioni sanitarie sono regolamentate e controllate a diversi livelli (Nazionale, Regionale, Provinciale).