Geriatriiko - Case di Riposo - Servizi Sanitari - Mobilità - Blog Anziani

Home Blog Servizi per Aziende Accedi

Solitudine degli anziani: soluzioni per il futuro...

Scritto da Le Parole di Geriatriko
Solitudin e socialità negli anziani Solitudin e socialità negli anziani
Domenica, 15 Novembre 2020 - 

Sebbene la solitudine e l'isolamento possano essere motivo di preoccupazione per le persone di qualunque età, le statistiche rivelano però che per le persone anziane, l'isolamento potrebbe essere un problema di vita o di morte.

Un ultimo studio di ricerca pubblicato dalla National Academy of Sciences ha dimostrato che le persone anziane che sono socialmente isolate dalla famiglia e dagli amici corrono un rischio maggiore di morire prematuramente. Lo studio, infatti, che si è concentrato su 6.500 individui di età superiore ai 50 anni, è stato condotto nel 2004 e si è concentrato su due fattori di isolamento sociale.

Lo studio (ripetuto anche nel 2020)  a reso evidente come l’isolamento e la solitudine vadano ad influenzare lo stato di salute mentale e fisica. Sembra che la solitudine e l’isolamento degli anziani vada ad influenzare sulla pressione sanguigna, il fumo e l’obesità le quali finiscono per essere causa di morte prematura.

La maggior parte degli anziani soffre di isolamento sociale oltre che familiare. Si stima infatti che fino a 3 individui su 4 sopra i 60 anni soffra di isolamento sociale.

Sono numerosi i fattori che contribuiscono alla solitudine e all'isolamento negli individui più anziani.

Gli impegni di lavoro fanno si che i membri della famiglia siano impegnati per lunghi periodi di tempo. In alcuni casi i familiari lavorano in regioni molto lontane dai membri più anziani o dai genitori della famiglia. Molte persone hanno responsabilità familiari proprie. La pressione sociale per bilanciare una vita lavorativa frenetica è molto forte e va aumentando con l'arrivo dei figli piccoli che lasciano poco tempo libero per andare dai parenti più anziani.

Le grandi distanze internamente alle metropoli, il traffico e la congestione dei mezzi pubblici sono tutti fattori che aggravano la situazione. Con l'avanzare dell'età della nostra popolazione i problemi di mobilità possono impedire alle persone in età pensionabile di uscire e muoversi percorrendo le distanze necessarie per raggiungere i propri familiari.

Le distanze quindi potrebbero avere un impatto negativo sull'interazione sociale, contribuendo ulteriormente alla solitudine e all'isolamento.

Per quanto sia triste, è anche un semplice dato di fatto della vita che quando le persone invecchiano, amici e coetanei muoiono, a volte prematuramente. La morte di amici stretti può spesso portare a depressione e ulteriore isolamento.

Quale soluzione contro la solitudine degli anziani?

Fortunatamente, ci sono una varietà di opzioni disponibili per aumentare l'interazione sociale tra le persone anziane, che possono migliorare notevolmente la qualità della loro vita.

Le visite ai nipoti, l’interazione con figli e parenti sicuramente aiutano a diminuire l’isolamento. Ma anche la ginnastica dolce per anziani è un momento di socialità. Le gite turistiche nelle città d’arte o nei luoghi della natura sono un’ottima scusa per stare in compagnia.

I centri sociali e ricreativi per anziani, i centri culturali e le associazioni di quartiere possono essere soluzioni contro la solitudine. Costringersi ad uscire ed interagire con il prossimo è fondamentale per mantenersi attivi e in discreto stato di salute.

Per gli anziani con scarsa mobilità esistono soluzioni più stabili di avere interazioni sociali. Case di cura, villaggi per anziani e assistenza domiciliare sono tutte opzioni che possono aumentare comunque il benessere generale della popolazione anziana.

Il successo dei villaggi per anziani

Negli ultimi anni, i villaggi per anziani hanno assistito a una crescita di popolarità. Risultano essere una scelta fantastica e sono perfettamente adattati alle persone in età pensionabile. Scegliere di vivere in un villaggio o in una piccola comunità aiuta le persone anziane a mantenere un certo grado di indipendenza pur offrendo un livello di assistenza e supporto quando necessario.

I villaggi e le case di riposo organizzate per anziani spesso vantano eccellenti strutture per il tempo libero in modo da incentrare le attività sulla comunità e l’interazione. Alcuni hanno perfino una vasta gamma di negozi e ristoranti.

Questo modo di organizzare le strutture permette di riprodurre un modello più fedele della vita tradizionale del villaggio. In una popolazione che va sempre più invecchiando i villaggi per anziani potranno essere il futuro per una migliore qualità dell’età pensionabile e senza avere alcune delle connotazioni negative legate tipiche delle “case di cura” che spesso impongono limitazioni e finiscono per essere solo dei parcheggi per anziani.