Geriatriiko - Case di Riposo - Servizi Sanitari - Mobilità - Blog Anziani

Home Blog Servizi per Aziende Accedi

Il Covid ha colpito essenzialmente gli anziani come e perché

Scritto da
Mercoledì, 23 Dicembre 2020 - 

Questa pandemia causata dal Coronavirus ha colpito tutti quanti, portando con sé conseguenze più o meno gravi. Come sentito durante il primo periodo di lockdown, gli anziani sono i soggetti più a rischio da questa infezione respiratoria, i quali sembrano essere colpiti da una forma maggiormente pericolosa che, purtroppo, nella maggior parte dei casi si rivela essere mortale. Ma come mai sono proprio gli anziani a essere i soggetti più a rischio? E come vengono colpiti da questa malattia? Ci sono varie motivazioni che spiegano come e perché le persone di terza età sono i più vulnerabili a questo virus.

Covid e anziani: perché sono i soggetti più colpiti

Per prima cosa è bene precisare che gli anziani non sono più a rischio contagio rispetto alle persone giovani. Il problema riguarda l'età, la quale influisce sull'organismo rendendolo più vulnerabile e soggetto alla formazione di infezioni gravi che, come purtroppo è stato riportato dai dati quotidiani del bollettino sulla mortalità, rischiano di diventare letali per le persone più anziane. Oltre a questo, inoltre, bisogna tenere in considerazione le patologie pregresse presenti nei soggetti anziani colpiti da Covid che non ce l'hanno fatta e del sistema immunitario indebolito con il passare degli anni. Gli anziani, infatti, continuano a esistere nonostante l'arrivo di questo nuovo virus ancora ad oggi poco conosciuto, e con le terapie intensive e gli ospedali colmi di pazienti ricoverati a volte risulta essere veramente difficile curare tutti adeguatamente. Molti anziani, purtroppo, da sempre muoiono per patologie cardiovascolari, polmonari e altre, con la differenza che nell'ultimo periodo di pandemia muoiono in “gruppo” per l'intasamento degli ospedali.

Inoltre, il virus Sars-cov-2 causa nella maggior parte delle persone infettate, gravi polmoniti con ipossiemia e, per tutti coloro che già la presentavano) di peggiorarne le condizioni. L'ipossiemia (ovvero il calo dell'ossigeno all'interno del sangue) è una problematica molto grave che, se abbinata ai più comuni disturbi che quasi ogni anziano presenta, costituisce il quadro clinico perfetto per far precipitare i valori vitali della persona anziana fino a portarla alla morte. La presenza del Coronavirus all'interno delle persone anziane defunte ha consentito la morte dei pazienti di polmoniti batteriche, scompensi cardiaci, insufficienza renale, sepsi e molto altro ancora, diventando la causa determinante del decesso.

Non tralasciamo il lato psicologico che la pandemia ha avuto sugli anziani, i quali si sono ritrovati costretti chiusi in casa per più di 2 mesi lontani dagli affetti e dalle abitudini quotidiane. Ne abbiamo parlato più approfonditamente nell'articolo: Gli anziani durante il confinamento del Covid-19 solitudine e isolamento.

Come proteggere gli anziani dal Coronavirus

Essendo un virus nuovo e ancora poco conosciuto, l'uomo non è riuscito a sviluppare gli anticorpi necessari perproteggere l'organismo dall'infezione. Inoltre sembrerebbe sia stato appena trovato un vaccino contro questo virus, ma ancora non è stato somministrato e non se ne conosce la vera efficacia. Proprio per questi motivi bisogna seguire alcuni accorgimenti per proteggere sé stessi e le persone anziane, le quali come anticipato qui sopra, sono le più a rischio. Come proteggere gli anziani a noi cari e come proteggersi quando siamo noi stessi anziani?

Accorgimenti per proteggersi dal Coronavirus:

  • Non prendere freddo
    • Il freddo rende le persone anziane maggiormente vulnerabili all'infezione da Coronavirus. Per questo, bisogna riparare gli anziani da correnti fredde, vestendoli con strati pesanti e con il riscaldamento acceso.
  • Alimentazione sana
    • molte sono le persone anziane affette da malnutrizione, le quali rischiano ulteriormente di essere maggiormente esposte all'infezione. Seguire una dieta sana ed equilibrata è fondamentale per tutte le persone over 60, abbiamo dedicato un intero articolo parlando di alimentazione equilibrata per anziani. Mangiare bene, infatti, consentirà all'anziano di sentirsi in forze e di mantenere in buono stato l'organismo.
  • Contattare il medico telefonicamente
    • Gli ospedali e gli ambulatori medici sono un luogo frequentato da centinaia di persone al giorno, aumentando il rischio di infezione. Per questo motivo, è opportuno contattare il medico curante telefonicamente, effettuando visite nella propria abitazione. Bisogna recarsi in ospedale e dal medico solo in casi d'urgenza.
  • Utilizzare dispositivi di protezione individuali
    • Quando si esce di casa è indispensabile utilizzare mascherina e guanti, portandosi sempre con sé del gel igienizzante per le mani. Così facendo si avrà una protezione ottimale per prevenire l'infezione da Coronavirus.
  • Mai toccare naso, occhi e bocca con le mani sporche
    • Come ribadito dall'Istituto Superiore di Sanità e dalle centinaia di programmi televisvi trasmetti quotidianamente in TV, non bisogna mai toccarsi naso, occhi e bocca se non si sono lavate le mani accuratamente o igienizzate con una soluzione alcolica.
  • Pulire casa con prodotti alcolici
    • L'ideale per mantenere l'abitazione sicura e priva di pericoli è quello di pulire gli ambienti con soluzioni alcoliche, le quali sono in grado di annientare il virus efficacemente. Fare particolare attenzione a maniglie delle porte di casa, battenti delle finestre e delle porte scorrevoli, maniglioni e pulsantiere.
  • Limitare visite esterne e incontrare poche persone
    • Limitarsi a vedere i parenti stretti è un ottimo modo per evitare il contagio da Covid-19. Bisogna evitare le visite a casa con persone che non sono del nucleo familiare e/o che non si vedono da tanto tempo. In ogni caso, bisogna utilizzare una mascherina chirurgica protettiva e mantenere almeno un metro di distanza fra ognuno. Inoltre, a fine di ogni visita in casa, procedere con pulizie domestiche tramite prodotti a base di alcol.

Tenendo questi piccoli accorgimenti, la salute delle persone più anziane e fragili sarà tutelata al meglio, limitando le probabilità di infezione e i rischi a essa correlati. Per quanto possano essere difficile e preoccupante questo periodo, non bisogna sottovalutare in nessun modo il lato psicologico: i familiari dell'anziano, infatti, devono stargli il più vicino possibile, mantenendo vivi i contatti telefonici con videochiamate frequenti. In definitiva oggi ci vinee incontro l'informatica e la tecnologia che sempre più persone anziane utilizzano beneficiando dei numerosi vantaggi che trovi elencati in questo articolo di approfondimento sugli anziani e l'informatica.